Btp marzo 2047 collocato presso 340 investitori, oltre 50% a fund manager

mercoledì 3 febbraio 2016 18:44
 

MILANO, 3 febbraio (Reuters) - Prezzato ieri per ben 9 miliardi di euro, a fronte di una domanda intorno a 25,4 miliardi, il nuovo Btp trentennale marzo 2047 è stato collocato presso 340 investitori e oltre metà dell'importo è finito in portafoglio a gestori di fondi.

Lo comunica una nota del ministero dell'Economia all'indomani dell'operazione, il cui ammontare ha superato le attese dei mercati finanziari.

Più nel dettaglio, Via XX Settembre specifica che i fund manager hanno sottoscritto il 53,1%, le banche il 24,4%, fondi pensione e assicurazioni il 6,2%, banche centrali e istituzioni governative il 4,1%. I fondi hedge si sono aggiudicati una quota di circa 8,9% e le imprese non finanziarie un 1,4%.

Estremamente diversificata la provenienza geografica della domanda, in preponderanza comunque estera.

"Di rilievo è stata in particolare la quota sottoscritta da investitori residenti in Gran Bretagna e Irlanda (circa 40,8%) a fronte di una richiesta pari a circa il 51,2% della domanda totale. Gli investitori domestici si sono aggiudicati il 26,5% circa", si legge nel comunicato del Tesoro.

"Il resto è stato allocato in larga parte in Europa continentale (circa 25,3%), in particolare in Germania/Austria (12,3%), paesi scandinavi (3,8%), penisola Iberica (2,8%), Francia (2,7%) e Benelux (2,2%)", aggiunge la nota, ricordando anche un 1,3% assegnato agli investitori svizzeri.

Oltre all'Europa, con una domanda pari a 9,4% del totale richiesto in luce Usa e Canada, che hanno ottenuto circa 5,1% del totale dell'emissione, mentre gli asiatici si sono aggiudicati circa 1%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia