Banche, riparte credito a imprese, soffre settore costruzioni - Bankitalia

venerdì 15 gennaio 2016 15:00
 

ROMA, 15 gennaio (Reuters) - Il credito alle imprese è in ripresa per molti settori ma è ancora in contrazione nelle costruzioni dove la prudenza delle banche è legata anche all'elevata quota di crediti anomali accumulati nel settore.

Lo spiega la Banca d'Italia nel Bollettino Economico.

In generale, l'analisi delle dinamiche del credito nei tre mesi terminati a novembre del 2015, conferma l'incremento dei prestiti al settore privato non finanziario (+1,5% al netto dei fattori stagionali e in ragione d'anno) e "per la prima volta dalla fine del 2011 la variazione congiunturale dei prestiti alle imprese si è portata su livelli significativamente positivi (+1,5%)".

La ripresa del credito alle imprese mostra però ancora un andamento "differenziato fra settori di attività e per classe dimensionale ".

Frenano ancora i finanziamenti alle aziende legate al settore immobiliare e resta in contrazione il credito nel "settore delle costruzioni (-2,3%) e in quello dell'industria non manifatturiera.

"L'andamento ancora fortemente negativo dei prestiti nel settore delle costruzioni rifletterebbe da un lato le perduranti difficoltà in cui versa il settore stesso, dall'altro politiche di offerta ancora molto prudenti da parte degli intermediari, verosimilmente connesse anche con l'elevata quota di crediti anomali sul totale dei finanziamenti, pari a circa il 50%", spiega Bankitalia.

Resta poi "elevato il divario nell'andamento dei prestiti fra le imprese con 20 addetti e oltre e quelle di minore dimensione (0,7 e -2,1% rispettivamente).

Mentre è ulteriormente aumentata la dinamica del credito alle aziende che non presentano debiti deteriorati.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia