Bei, in 2016 attività per ridurre rischi settore banche - Scannapieco

giovedì 14 gennaio 2016 13:33
 

ROMA, 14 gennaio (Reuters) - Nel corso del 2016 la Bei lavorerà a strumenti con cui assorbire parte del rischio che le banche hanno in bilancio per favorire nuova erogazione di credito.

Lo ha detto Dario Scannapieco, vice presidente della Bei e presidente del Fei (fondo europeo per gli investimenti, controllato dalla Bei al 61,4%), presentanto l'attività svolta nel 2015 in Italia.

"Tra le nostre idee per il 2016 c'è quella di lavorare a strumenti per assorbire rischi che le banche hanno in pancia per liberare credito", ha detto Scannapieco, spiegando ad esempio che potranno essere "presi rischi su portafogli esistenti" di crediti in bonis.

Scannapieco ha anche detto che la Bei segue con grande interesse l'evoluzione del progetto italiano per creare un mercato dei crediti in sofferenza, dicendo che però "è prematuro" dare una valutazione del possibile ruolo.

"Seguiamo con interesse perché la questione dei Npls delle banche è centrale per il rilancio dell'economia. Riavviare il mercato delle cartolarizzazioni dei Npls è centrale se vogliamo rilanciare l'economia europea".

Scannapieco ha ricordato che la Bei è attiva nel mercato delle cartolarizzazioni ma di crediti non performing.

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia