Commissione Ue ordina a Belgio recupero 700 milioni di tasse da 35 aziende

lunedì 11 gennaio 2016 13:22
 

BRUXELLES, 11 gennaio (Reuters) - La Commissione Ue ha chiesto al Belgio di recuperare circa 700 milioni di euro di tasse arretrate da 35 grandi aziende in quello che rappresenta il più duro colpo inferto ad oggi dall'esecutivo Ue contro il sistema di accordi fiscali negoziati tra multinazionali e singoli Stati.

Secondo la Commissione Ue, infatti, il regime fiscale belga sugli utili in eccesso è illegale ai sensi delle norme sugli aiuti di Stato in quanto è consentito ad un selezionato numero di multinazionali, e non a società più piccole, e quindi con un effetto distorsivo sulla concorrenza.

Le Commissione ha specificato che non può elencare le società coinvolte.

Lo scorso ottobre la stessa Commissione aveva stabilito che Starbucks e Fiat Chrysler avevano beneficiato di accordo fiscali illegali con le autorità dell'Olanda e del Lussemburgo, ordinando ai due Paesi di recuperare 20-30 milioni di tasse arretrate.

Altre indagini in corso riguardano anche gli accordi fiscali di Amazon in Lussemburgo e Apple in Irlanda.

Il commissario alla concorrenza Ue Margrethe Vestager ha detto che la Commissione proseguirà le sue indagini sulle pratiche fiscali tra tutti i 28 membri dell'Unione europea.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia