Giappone, BoJ lascia stimolo invariato ma ne annuncia riorganizzazione

venerdì 18 dicembre 2015 08:45
 

TOKYO, 18 dicembre (Reuters) - La Banca del Giappone ha lasciato invariato l'importo del proprio programma di acquisto asset ma ne ha annunciato una riorganizzazione, allargando il novero degli asset acquistabili.

Al termine del proprio meeting di politica monetaria, come largamente atteso, la banca centrale giapponese ha confermato l'obiettivo di espansione della base monetaria al ritmo annuo di 80.000 miliardi di yen l'anno (circa 605 miliardi di euro). Contemporaneamente è stato però deciso l'incremento della 'duration' dei titoli di Stato giapponesi acquistati, da 10 a 12 anni a partire dal 2016, e la destinazione di 300 miliardi di yen all'acquisto di Etf su azioni di aziende concretamente impegnate ad aumentare investimenti e salari.

Il governatore Haruhiko Kuroda ha sottolineato che le misure adottate non comportano un ulteriore allargamento dello stimolo monetario.

"Abbiamo preso iniziative per integrare il programma di acquisti in modo da poterlo espandere senza esitazioni in casi di necessità" ha dichiarato il governatore nella conferenza stampa seguita alla conclusione del meeting. "Aziende e famiglie si stanno allontanando da una mentalità deflazionistica. Ma ci sono discrepanze tra settori, quindi vogliamo rendere ancora più favorevole questa fase".

Gli annunci odierni evidenziano la volontà della Bank of Japan di supportare lo sforzo politico del premier Shinzo Abe, che preme sulle aziende affinché una quota maggiore dei loro profitti sia destinata all'aumento dei salari e a nuovi investimenti.

Ad oggi la Bank of Japan ha riacquistato già il 30% dei titoli di Stato giapponesi in circolazione.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia