UniCredit pronta a standstill debito Rcs,non pensa ci sarà aumento capitale-Ceo

giovedì 17 dicembre 2015 18:59
 

MILANO, 17 dicembre (Reuters) - UniCredit ha già formalizzato la disponibilità a concedere uno standstill sul debito Rcs e non ritiene che il gruppo editoriale procederà a un aumento di capitale, su cui ieri l'assemblea ha approvato la delega.

"Abbiamo dato la nostra disponibilità, e l'abbiamo già formalizzata, sullo standstill che quindi scade più avanti di dicembre per consentire al management di lavorare sul piano e presentarlo prima al Cda e poi alle banche", ha detto il Ceo Federico Ghizzoni nella conferenza stampa dopo il Cda odierno.

Sulla possibilità che Rcs proceda a un aumento di capitale, Ghizzoni ha detto che non si aspetta che venga proposto nel piano. "Se poi è necessario o meno, dobbiamo vedere", ha aggiunto.

Il nuovo AD di Rcs Laura Cioli presenterà il piano industriale lunedì prossimo dopo l'esame del Cda venerdì. L'obiettivo ora, ha detto, è arrivare velocemente a chiudere le negoziazioni con le banche, con cui riaprirà il dialogo subito dopo la presentazione del piano.

Dal fronte bancario è già giunta peraltro una disponibilità a valutare uno standstill sino al 30 aprile 2016 a condizione, tra l'altro, che i soci approvassero la delega e che si arrivasse a un accordo, ancora da raggiungere, su quanto destinare al rimborso del debito dei proventi dalla vendita dei Libri.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia