Cina, crescita verso lieve rallentamento a 6,8% in 2016 - banca centrale

mercoledì 16 dicembre 2015 13:17
 

PECHINO, 16 dicembre (Reuters) - La crescita annua dell'economia cinese dovrebbe mostrare un marginale rallentamento, passando l'anno prossimo al ritmo di 6,8% rispetto al 6,9% previsto per quest'anno.

Lo dice un rapporto a cura della banca centrale, in cui si indica anche, sempre per il 2016 e sempre su base tendenziale, una stima di 1,7% per l'inflazione e negativa al ritmo di 0,8% per i prezzi alla produzione.

People's Bank of China scommette inoltre - ancora a perimetro 2016 su 2015 - su un incremento di 10,8% degli investimenti fissi pari e di 11,1% delle vendite al dettaglio.

Quanto al canale export, la previsione è di un recupero di 3,1% a fronte di una contrazione di 2,3% della voce importazioni.

Sulla seconda economia mondiale continuano a prevalere rischi al ribasso, avverte la banca centrale, mentre l'impatto positivo delle misure di politica economica e monetaria adottate quest'anno per far fronte al rallentamento della congiuntura dovrebbe iniziare a farsi sentire dal primo semestre del 2016.

Cass, Accademia cinese per le scienze sociali, organismo tra i più autorevoli che fa consulenza economica al governo, prevede per il prodotto interno lordo dell'anno prossimo un'espansione tra 6,6% e 6,8%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia