PUNTO 1-Banche Italia, a ottobre primo calo sofferenze da 2012

giovedì 10 dicembre 2015 13:26
 

(Aggiorna con dettagli, dichiarazioni)

MILANO, 10 dicembre (Reuters) - Cala a ottobre, per la prima volta da marzo 2012, il controvalore dei crediti inesigibili in portafoglio alle banche italiane, mentre il tasso di crescita annuo continua a espandersi ma a un ritmo più lento.

Nel dettaglio, secondo i dati Bankitalia, il controvalore dei crediti inesigibili scende a 198,975 miliardi di euro, tornando sotto la soglia di 200 miliardi, dopo aver raggiunto a settembre i 200,41 miliardi.

Per incontrare di nuovo una flessione nel controvalore delle sofferenze occorre tornare al marzo del 2012 quando il dato mostrò un lieve calo scendendo a 107.592 miliardi da 107.637 del mese precedente.

"E' finalmente un primo segnale positivo in tema di sofferenze. Si tratta del primo calo significativo in sette anni,da fine 2008 dopo la flessione minima vista nel corso del 2012", sintetizza una analista interpellato da Reuters. "Significa che da settembre i flussi in uscita sono stati più consistenti di quelli in entrata. Penso a cessioni o cartolarizzazioni di sofferenze che hanno superato le nuove sofferenze".

In questo senso va ricordato che lo scorso 30 ottobre, UniCredit ha perfezionato la cessione di Uccmb a Fortress Group, incluso un portafoglio di sofferenze da 2,4 miliardi di euro circa in un'operazione che ha concorso al computo del dato di Bankitalia relativo a ottobre.

A livello di tasso di crescita annua, da settembre a ottobre si è passati al ritmo tendenziale di 10,9% da 13,5%.

(Francesca Landini, Sara Rossi)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia