Stabilità, subito 500 mln per sicurezza, il resto dipende da Ue- fonte

venerdì 4 dicembre 2015 17:13
 

ROMA, 4 dicembre (Reuters) - Il governo stanzierà subito 500 milioni per la sicurezza attraverso la legge di Stabilità. Il resto delle risorse sarà iscritto a bilancio se la Commissione europea autorizzerà l'Italia ad aumentare il deficit.

Lo riferisce una fonte parlamentare a margine dei lavori alla Camera sulla manovra.

L'esecutivo vuole destinare 1 miliardo alla sicurezza e 1 miliardo a misure per l'identità culturale innalzando l'indebitamento netto al 2,4 dal 2,2% del Pil.

L'Italia infatti si è appellata alle regole europee che ammettono deviazioni dai vincoli di bilancio in caso di eventi eccezionali come gli attacchi di Parigi, costati la vita ad almeno 130 francesi.

Tuttavia, la Commissione europea si pronuncerà solo a primavera sulle richieste italiane.

Nel frattempo il governo vuole finanziare i primi 500 milioni per la sicurezza attraverso i proventi non ancora impegnati della 'voluntary disclosure', spiega la fonte.

La procedura di collaborazione volontaria ha permesso all'Erario di incassare circa 3,8 miliardi.

La stima ufficiale del governo è più bassa e pari a 3,4 miliardi. Di questi, l'esecutivo ha utilizzato i primi 1,4 miliardi per evitare nel 2015 l'aumento di accise e acconti Ires decisi a garanzia dei saldi di finanza pubblica. Gli altri 2 già contribuiscono alle coperture della legge di Stabilità.

L'altro fronte caldo della manovra è la tutela dei risparmiatori colpiti dal salvataggio di Banca Marche, Banca Etruria, CariChieti e CariFerrara.   Continua...