Grecia, accordo con creditori internazionali su riforme, sbloccati aiuti

martedì 17 novembre 2015 08:34
 

ATENE, 17 novembre (Reuters) - Accordo raggiunto nella notte tra la Grecia e i creditori internazionali sul piano delle riforme finanziarie necessario alla concessione della prossima tranche di aiuti. Lo ha annunciato il ministro delle Finanze.

Il terzo programma di bailout da 86 miliardi di euro siglato ormai prima dell'estate non aveva finora comportato l'erogazione di fondi a causa di dissensi in materia di pignoramenti immobiliari e gestione degli arretrati fiscali allo Stato.

"Abbiamo trovato un accordo su tutti i punti principali... su tutto quello che ci hanno chiesto" dice alla stampa Euclid Tsakalotos al termine di un incontro con i rappresentanti dell'Unione europea e del Fondo monetario internazionale.

Il responsabile alle Finanze spiega che tocca adesso al parlamento ratificare l'accordo che trasforma le misure in legge prima del via libera da parte del cosiddetto 'Euro Working Group', i viceministri finanziari della zona euro previsto venerdì.

Il disco verde dei creditori internazionali sbloccherebbe una prima tranche degli aiuti da due miliardi di euro, spiega Tsakalotos, oltre a circa 10 miliardi per la ricapitalizzazione delle prime quattro banche elleniche.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia