Btp leggermente peggio di Bund, prevale avversione a rischio, spread a 100

venerdì 13 novembre 2015 12:42
 

MILANO, 13 novembre (Reuters) - Secondario italiano
prevalentemente positivo ma in ritardo sulla controparte
tedesca, premiata da un clima di fondo che evidenzia una scarsa
propensione al rischio.
    Per quanto l'importo collocato non sia dei più onerosi, i
benchmark Btp restano inoltre impegnati a digerire l'asta a
medio-lungo di ieri - 5,5 miliardi sulle scadenze a tre e sette
anni insieme a un assaggio di carta 2039/2040.
    Davvero ricca di spunti di riflessione si è presentata
finora la mattinata, con la diffusione di numeri quanto meno
contrastanti ma in sostanza deludenti sulla crescita del terzo
trimestre.
    Perfettamente in linea alle attese l'indice tedesco - 0,3%
su trimestre e 1,8% su anno - come quello francese al tasso
congiunturale di 0,3%. Delude invece lo 0,2% italiano,
equivalente a uno 0,9% tendenziale, rispetto allo 0,3% del
consensus e dei tre mesi al 30 giugno.
    Spostandosi di un decimo verso l'alto, identica la dinamica
a livello di zona euro: 0,3% su trimestre e 1,6% su anno da 0,4%
e 1,7% della mediana delle attese.
    Al di là della performance a livello di singolo paese, si 
tratta di valori inferiori a quelli del secondo trimestre, che
cementano la prospettiva di ulteriori mosse espansive Bce tra
ormai meno di tre settimane.
    "Sono dati certamente negativi ma le conseguenze sembrano
abbastanza chiare: la banca centrale si dovrà muovere - lo ha
detto e lo farà" commenta sinteticamente un operatore.
    Non sulla stessa linea Marco Valli, economista capo per la
zona euro a UniCredit. "I dati di questa mattina sul Pil hanno
un'implicazione sostanzialmente neutra per il consiglio di
dicembre" scrive in una nota.
    "La Bce si muoverà soltanto in caso di ulteriore revisione
al ribasso delle stime di inflazione, mentre lo scenario di
crescita dovrebbe restare tutto sommato invariato" aggiunge.
    Orbita intorno a 100 punti base il differenziale di
rendimento Italia/Gerrmania su piattaforma TradeWeb, da ieri
calcolato sul nuovo benchmark italiano dicembre 2025 rispetto al
più 'corto' equivalente tedesco giugno 2025.
    Ricca di spunti macro l'agenda Usa. Sempre nel pomeriggio, 
agli operatori specialisti del Tesoro verrà offerto un totale di
825 milioni come riapertura dell'asta di ieri.
       
============================ 12,30 =============================
 FUTURES BUND DIC.                      156,73   (+0,40)  
 FUTURES BTP DIC.                       138,88   (+0,20)  
 BTP 2 ANNI (AGO 17)                   108,902  (-0,005)  0,032%
 BTP 10 ANNI (DIC 25)                  103,989  (+0,287)  1,576%
 BTP 30 ANNI (SET 46)                  110,262  (+1,079)  2,726%
 ========================= SPREAD (PB)===========================
 
 ---------------------  ---------------  ----------  PRECEDENTE
                                                     
 TREASURY/BUND 10 ANNI                          172         171
 BTP/BUND 2 ANNI                                 40          40
 BTP/BUND 10 ANNI                               100         100
 minimo                                        98,6        97,4
 massimo                                      101,5       103,3
 BTP/BUND 30 ANNI                               132         132
 BTP 10/2 ANNI                                154,4       156,8
 BTP 30/10 ANNI                               115,0       117,1
 ================================================================
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia