Legge Stabilità, taglio Ires penalizza banche, governo studia soluzione - Gutgeld

mercoledì 11 novembre 2015 18:28
 

ROMA, 11 novembre (Reuters) - Il governo sta studiando una soluzione per evitare che il taglio dell'Ires, riducendo la deducibilità fiscale dei crediti in sofferenza, penalizzi le banche.

Lo dice a Reuters Yoram Gutgeld, consigliere del premier Matteo Renzi.

"Siamo consapevoli del problema e stiamo lavorando ad una soluzione per evitare che gli istituti di credito siano penalizzati", dice Gutgeld.

Dall'inizio della crisi le banche hanno accumulato oltre 50 miliardi di imposte differite attive (Dta secondo l'acronimo inglese), che originano dai limiti alla deducibilità fiscale delle rettifiche di valore.

Gran parte di queste Dta concorrono a formare il patrimonio di vigilanza perché al verificarsi di determinati eventi, come la chiusura del bilancio in perdita, possono diventare crediti d'imposta da scontare negli esercizi futuri.

La legge di Stabilità, riducendo l'aliquota Ires di 3,5 punti percentuali al 2017, finisce per ridurre anche il valore prospettico di questi crediti d'imposta.

(Gavin Jones)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia