Legge Stabilità, primo giudizio Ue non terrà conto clausola migranti - Padoan

lunedì 9 novembre 2015 15:03
 

BRUXELLES, 9 novembre (Reuters) - All'interno della Commissione europea si sta ancora ragionando su come trattare la clausola dei costi eccezionali legati all'emergenza dei flussi di rifugiati evocata da alcuni Paesi - tra cui l'Italia - per ottenere ulteriori margini sul rientro del disavanzo.

Lo dice il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan in arrivo ai lavori dell'Eurogruppo, rispondendo alla stampa che gli chiedeva conto dell'incontro con il vicepresidente della Commissione Valdis Dombrovskis e con il responsabile agli Affari economici e monetari Pierre Moscovici.

Il problema dei migranti riguarda infatti più Paesi, spiega, dunque potrebbe essere trattato in un secondo momento e non in sede dell'esame sulla legge di Stabilità della prossima settimana.

"Abbiamo esaminato assieme le richieste e ho ulteriormente spiegato il razionale per cui chiediamo flessibilità su riforme e investimenti" spiega il ministro.

(Francesco Guarascio)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia