Monetario, brevissimo a -0,20%, depositi o/n a record 191 mld

venerdì 13 novembre 2015 12:51
 

MILANO, 13 novembre (Reuters) - L'enorme eccesso di liquidità presente nel sistema fatica a circolare come testimoniano tassi a brevissimo "totalmente schiacciati" e depositi overnight in Bce che ieri sera hanno raggiunto la soglia record di oltre 191 miliardi di euro.

Attorno alle ore 12,30 su General Collateral Italia l'overnight scambia a -0,200%, il tom/next a -0,195%, lo spot/next a -0,200%.

"Più giù di così per ora non si può andare" afferma un tesoriere milanese. "Il volume dei depositi ci dice chiaramente che il mercato è saturo e a questi livelli la liquidità eccedente viene parcheggiata in banca centrale. Finché si viaggiava su -0,14%, -0,15% qualcosa sul mercato ancora girava, ma ora, a parità di tasso, si sceglie ovviamente il rischio minore, quindi la Bce".

Nell'ultimo p/t settimanale Francoforte ha assegnato fondi per 62,532 miliardi, sui 61,468 in rientro, indicando una stima del benchmark negativa per 224,5 miliardi.

L'eccesso di liquidità nel sistema è al momento valutato in circa 570 miliardi ma, spiega il tesoriere, "come proiezione, tenendo conto del benchmark, si arriva a circa 665 miliardi".

MEETING BCE UNICA VARIABILE

Per le prossime settimane la prospettiva è decisamente per una permanenza del brevissimo su questi livelli; come già osservato negli ultimi mesi nessun impatto è atteso dai riversamenti fiscali (in calendario per la settimana prossima), mentre la successiva scadenza del fine mese non dovrebbe causare più di qualche movimento circoscritto dei tassi.

Ma il quadro potrebbe cambiare ad inizio dicembre, col meeting Bce da cui ormai in molti si aspettano nuove iniziative espansive. Si parla in particolare di un taglio ulteriore del tasso sulla 'deposit facility' ma anche di un vero e proprio potenziamento del programma di Qe, attraverso una sua estensione temporale o un incremento dell'importo mensile degli acquisti.   Continua...