Italia, Renzi soddisfatto da stime Ue: la musica sta cambiando

giovedì 5 novembre 2015 13:12
 

ROMA, 5 novembre (Reuters) - Il premier Matteo Renzi accoglie con soddisfazione le nuove stime della Commissione europea, che ha alzato a +0,9 da +0,6% il target del Pil italiano nel 2015 e a +1,5 da +1,4% quello per il prossimo anno.

"Anche in Europa la musica nei nostri confronti sta cambiando", scrive il presidente del consiglio su Facebook.

"Crescita più forte del previsto, ripartono i consumi e - attenzione - nelle previsioni cala la curva del debito. Più lavoro e più fiducia, le riforme funzionano", aggiunge.

Le nuove proiezioni di Bruxelles su conti pubblici e inflazione rivelano una maggiore vicinanza al quadro previsivo di Roma, lasciando intendere che per la legge di Stabilità si profili un giudizio positivo.

"In un contesto europeo non esaltante, per usare un eufemismo, siamo quelli che hanno rialzato la testa, che ci provano. Non basta, non ci accontentiamo. Ma che stia finendo la dittatura dello zero virgola, non è un successo per il governo, è un traguardo per l'Italia. Siamo tornati, finalmente", dice Renzi.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia