Legge Stabilità, pubblici pronti a sciopero per risorse contratto

martedì 27 ottobre 2015 11:50
 

ROMA, 27 ottobre (Reuters) - I lavoratori del settore pubblico sono pronti anche allo sciopero generale per ottenere dal governo risorse adeguate al rinnovo del contratto scaduto da sei anni.

Lo annunciano in una nota i sindacati di categoria Fp-Cgil, Cisl-Fp, Uil-Fpl e Uil-Pa che chiedono nel triennio aumenti medi di 150 euro per ciascuno dei circa 3 milioni di lavoratori.

La legge di Stabilità stanzia 300 milioni totali per il triennio 2016-2018. Calcolando un aumento medio di 50 euro mensili all'anno, la richiesta dei sindacati sarebbe invece di circa 1,8 miliardi per tre anni.

"Il governo la smetta con le provocazioni e apra il tavolo... Per i lavoratori pubblici chiediamo un rinnovo dignitoso, che dopo 6 anni di paralisi totale, per noi significa 150 euro di aumento medio con produttività e riconoscimento professionale, altro che l'equivalente di una mancia come vorrebbe il governo", si legge in una nota congiunta.

"E se per far arrivare il messaggio servirà andare allo sciopero generale, noi siamo pronti", precisano i segretari delle tre categorie lanciando una mobilitazione "forte e capillare sia a livello nazionale che territoriale".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia