Pensioni, intervento organico resta necessario - Boeri (Inps)

lunedì 26 ottobre 2015 11:47
 

MILANO, 26 ottobre (Reuters) - Il presidente dell'Inps Tito Boeri ribadisce la propria delusione per l'assenza di un intervento organico sulle pensioni nella legge di Stabilità e sottolinea come una riforma che consenta maggiore flessibilità resti necessaria.

"Speravamo che il 2015 fosse l'anno della riforma delle pensioni", ha detto Boeri, parlando con i giornalisti a margine di un convegno a Milano. "Ci si aspettava di più, soprattutto un intervento organico", ha aggiunto.

Procedere nella direzione di un'uscita flessibile comporta inizialmente dei disavanzi più ampi, che poi però vanno a ridursi progressivamente, se la cosa è disegnata nel modo giusto, ha argomentato Boeri. "E' un'operazione che avrebbe potuto conciliare spinta all'economia e responsabilità fiscale".

Un intervento sulle pensioni per il numero uno dell'Inps resta comunque importante e necessario.

La riforma delle pensioni "è molto importante farla, non solo per la flessibilità in uscita, ma per il ricambio anche all'interno della pubblica amministrazione e la ricongiunzione delle carriere discontinue...è una riforma che va fatta", ha concluso.

Il governo ha ritenuto troppo oneroso inserire già nella legge di Stabilità una flessibilità d'uscita con penalizzazioni optando per una soluzione parziale che consente il part time a chi è vicino all'uscita.

Il premier Matteo Renzi ha detto che l'esecutivo lavorerà a un intervento più organico nel corso del 2016.

(Elvira Pollina)   Continua...