SINTESI- Bce, appuntamento a dicembre per novità su 'qe' o depositi

giovedì 22 ottobre 2015 16:44
 

* Nulla di fatto su tassi come da aspettative analisti e mercato

* Aggiornamento e complessiva rivalutazione su 'qe' a dicembre

* Consiglio ha discusso ogni opzione, anche taglio tasso depositi

* Euro sotto 1,12 dollari, tassi ancora giù, borse festeggiano

MILANO, 22 ottobre (Reuters) - Tra soltanto sei settimane, in occasione del consiglio sui tassi del 3 dicembre, la Banca centrale europea farà concretamente il punto - l'idea è naturalmente quella su un potenziamento - sulle misure espansive in atto.

Lo dice alla stampa il governatore Mario Draghi dopo la scontata conferma sul costo del denaro. A monte del ragionamento di Francoforte la constatazione di un'inflazione lungi dal rialzare la testa parallela a ulteriori rischi al ribasso su crescita e prezzi.

E' in ragione del quadro di evidente deterioramento che il consesso dei governatori, spiega il presidente, ha svolto un'approfondita discussione sull'intero spettro degli strumenti a disposizione - compresa l'ipotesi di un taglio sul tasso dei depositi, da settembre dell'anno scorso già a -0,2%.

A dimostrazione che un segnale tanto 'dovish' non fosse già nei prezzi la corale reazione dei mercati: euro sotto 1,12 dollari e borse in festa, mentre si assottigliano ulteriormente i tassi sul secondario.

Come quelle degli operatori, le scommesse degli analisti si fermavano infatti a un più vago accenno alla possibilità di ritocco - più probabile nella tempistica che nell'importo - del programma degli acquisti di 'quantitative easing'.   Continua...