Btp stabili in vista Bce, da Draghi attesa conferma apertura ad aumento Qe

giovedì 22 ottobre 2015 11:24
 

MILANO, 22 ottobre (Reuters) - Pochi gli spunti
sull'obbligazionario italiano, fossilizzato sui livelli
raggiunti nelle ultime sedute, in attesa di conoscere l'esito
del consiglio di politica monetaria della Banca centrale europea
e di valutare i toni che assumerà in conferenza stampa Mario
Draghi.
    "I volumi sono estremamente ridotti, ormai il mercato è
destinato a rimanere praticamente fermo fino al responso della
Banca centrale europea", commenta un operatore.
    Intorno alle 11,20 il rendimento del decennale italiano si
attesta a 1,62% da 1,614% della chiusura di ieri,
e lo spread contro l'analoga scadenza del Bund 
viaggia a 105 punti base da 104 punti base della chiusura di
ieri.
    Il differenziale di rendimento si tiene dunque sui minimi
dall'inizio aprile già toccati nei giorni scorsi. 
    Da Malta, dove è riunito il direttivo dell'istituto centrale
europeo, non sono attese novità di rilievo sul fronte della
politica monetaria ma Draghi dovrebbe utilizzare toni ampiamente
accomodanti, tenendo aperta la porta ad un allungamento o un
rafforzamento del piano di quantitative easing se dovessero
concretizzarsi i rischi al ribasso che gravano su un'inflazione
già rasoterra. 
    Un sondaggio tra gli economisti assegna una chance del 70% a
un prolungamento temporale oltre l'attuale orizzonte di
settembre 2016 del programma degli acquisti, mentre le
probabilità di un incremento dell'importo - 60 miliardi di euro
al mese - sono date al 40%. 
    Pubblicato lunedì scorso, un analogo sondaggio tra i trader
vede 19 su 20 degli interpellati scommettere su un nulla di
fatto dalla riunione odierna. 
    Un'ampia maggioranza degli stessi operatori (15 su 20) si
aspetta che Francoforte intervenga ulteriormente nei mesi a
venire.
    Guardando alla prossima tornata di aste, al via la prossima
settimana, a mercati chiusi il Tesoro comunicherà i dettagli
dell'asta di Ctz e Btpei indicizzati in asta martedì.
    UniCredit ipotizza una riapertura da 2/2,5 miliardi del Ctz
agosto 2017 insieme a 500 milioni/un miliardo di BtpEi
indicando, come una delle scadenze possibili, il titolo
settembre 2023.
     
============================ 11,20 =============================
 FUTURES BUND DIC.                      156,52   (-0,07)  
 FUTURES BTP DIC.                       137,48   (-0,07)  
 BTP 2 ANNI (MAG 17)                   101,640  (-0,018)  0,095%
 BTP 10 ANNI (GIU 25)                   98,989  (-0,052)  1,620%
 BTP 30 ANNI (SET 46)                  111,223  (-0,008)  2,729%
 ========================= SPREAD (PB)===========================
 
 ---------------------  ---------------  ----------  PRECEDENTE
                                                     
 TREASURY/BUND 10 ANNI                          147         146
 BTP/BUND 2 ANNI                                 37          36
 BTP/BUND 10 ANNI                               105         104
 minimo                                       103,7       103,4
 massimo                                      105,0       105,0
 BTP/BUND 30 ANNI                               141         141
 BTP 10/2 ANNI                                152,5       152,5
 BTP 30/10 ANNI                               110,9       111,4
 ================================================================

    
 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia