Grecia, senza accordo Bce interromperà sostegno - Noyer

mercoledì 8 luglio 2015 09:07
 

BRUXELLES, 8 luglio (Reuters) - Senza un accordo politico con la Grecia sul programma di riforme, la Banca centrale europea (Bce) non potrà continuare a sostenere le banche elleniche.

Lo ha detto Christian Noyer, governatore della Banca di Francia e membro Bce, all'emittente "Europe 1".

"Abbiamo delle regole e le abbiamo interpretate al massimo per poter mantenere la linea di sopravvivenza delle banche greche ma non possiamo continuare indefinitamente ad aumentare i rischi che ci assumiamo", ha spiegato Noyer.

Alla domanda su quando la Bce sarà costretta a chiudere i rubinetti della liquidità, il governatore della Banca centrale francese ha risposto: "Quando non ci sarà più la prospettiva di un accordo politico su un programma (...) o quando il sistema bancario greco collasserà, il che succederà se la Grecia farà un default generalizzato su tutti i debiti".

"L'economia greca è sull'orlo della catastrofe, serve giungere assolutamente a un accordo domenica prossima, è l'ultimo rinvio. Dopo quella data sarà troppo tardi e le conseguenze saranno gravi", ha spiegato.

Poco prima il vice presidente della Commissione europea Valdis Dombrovskis ha detto alla tv tedesca "Zdf" che l'Ue ha bisogno di ricevere con urgenza dalla Grecia un piano di riforma esaustivo e credibile.

Parlando alla tv "France 2", il commissario Ue per gli Affari economici e monetari Pierre Moscovici ha detto che spetta ai greci trovare nuove soluzioni per far fronte alla crisi del debito e che ora si intravede l'accordo.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia