Banche Italia, veicolo pubblico aiuterebbe ripartenza mercato sofferenze-Fmi

martedì 7 luglio 2015 13:14
 

MILANO, 7 luglio (Reuters) - Un veicolo di matrice pubblica per le sofferenze bancarie potrebbe aiutare la ripartenza del mercato dei crediti problematici in Italia.

Lo scrive il Fondo Monetario Internazionale nel rapporto annuale "Article IV", diffuso oggi.

"Nell'ambito di una strategia complessiva, un mercato attivo dei crediti problematici potrebbe giocare un ruolo importante per risolvere il problema delle sofferenze", si legge nel rapporto.

Secondo il Fondo, dovrebbero essere incoraggiati i veicoli privati attraverso misure regolamentari e incentivi fiscali alle cessioni di sofferenze.

"Se messo a punto in modo appropriato, un veicolo centralizzato, di sistema e garantito dallo Stato che sia coerente con le leggi europee sugli aiuti di Stato potrebbe aiutare una ripartenza del mercato dei crediti problematici", prosegue il rapporto.

Nello specifico secondo il Fondo il veicolo dovrebbe acquistare gli asset ai prezzi di mercato, adottare criteri trasparenti e uniformi nella valutazione e avere una governance solida con indipendenza operativa e credibilità.

La necessità di limitare la formazione delle sofferenze nei bilanci può essere soddisfatta poi con l'introduzione di tetti temporali per la svalutazione dei crediti in sofferenza più vecchi in modo da incoraggiare le banche a gestire il problema più rapidamente, secondo il Fondo.

Tra i suggerimenti del Fondo anche alcuni elementi che sono poi stati oggetto del decreto varato dal Governo a fine giugno per accelerare l'escussione delle garanzie sui crediti e introdurre un regime fiscale pià favorevole sulle rettifiche di valore che riduce a un anno i tempi dell'ammortamento.

  Continua...