Btp chiudono in rialzo ma su minimi, mercato attende referendum Grecia

mercoledì 1 luglio 2015 17:44
 

MILANO, 1 luglio (Reuters) - Tiene un lieve segno positivo
in chiusura l'obbligazionario italiano in una seduta ancora
dominata dall'evoluzione della crisi greca, mentre il Paese,
ormai di fatto insolvente, si avvia al referendum di domenica
sulle proposte dei creditori.
    In un discorso televisivo nel pomeriggio il premier greco
Alexis Tsipras è tornato a sollecitare il voto contrario al
bailout nel referendum, aggiungendo però che la consultazione
degli elettori non riguarda la permanenza nell'euro e che la
vittoria del 'no' non significa una rottura con l'Europa
. Stamane, d'altra parte, Atene confermava la
disponibilità ad accettare l'ultima proposta fatta dai
creditori, in cambio di nuovi aiuti, richiedendo però alcuni
cambiamenti. 
    "Il mercato ormai non prende come oro colato le
dichiarazioni spesso forti di Tsipras e non crede nella
prospettiva di un disfacimento totale della trattativa che possa
innescare un contagio nella zona euro" commenta lo strategist di
Citi Matteo Regesta. 
    In una conference call odierna il responsabile rating
sovrani dell'agenzia Dbrs (che ieri ha declassato la Grecia a
CC) ha spiegato che a questo punto l'uscita dall'euro pare lo
sbocco più probabile della crisi, ma che ciò non dovrebbe
innescare una discesa dei rating su altri Paesi come Italia o
Spagna.
    
    FLUSSI IN ENTRATA SU TRATTO 2-5 ANNI
    A fine seduta lo spread di rendimento tra Btp e Bund
decennali stringe a 147 punti base, quasi 10 in meno rispetto
alla chiusura precedente, anche se il tasso a decennale chiude
sensibilmente sopra il minimo intraday di 2,21%.
    "Oggi la curva italiana ha chiaramente recuperato su Bund,
ci sono stati buoni flussi in entrata sul tratto 2-5 anni, ma
visto come questa vicenda ci ha abituato a repentini cambi di
prospettiva, nessuno vuole prendere posizioni definite in un
senso o nell'altro" spiega un trader. "Il mercato rimarrà
incerto da qui alla fine della settimana, con una speculazione
dominante, ma quello che si intuisce è che il sì al bailout
comunque prevarrà: un'uscita dall'euro avrebbe conseguenze molto
pesanti per gli stessi greci".
    Sul primario, a conclusione della tornata d'aste di fine
mese - con cui la copertura delle esigenze di funding dell'anno
si è portata oltre il 60% - in riapertura il Tesoro ha fatto il
pieno di richieste, collocando 1,05 miliardi supplementari di
Btp a 5 e 10 anni e di Ccteu.  
               
 =========================== 17,30 =============================
 FUTURES BUND SETT.                   151,42   (-0,58)   
 FUTURES BTP SETT.                    130,36   (+0,15)   
 BTP 2 ANNI (MAG 17)                  101,404  (+0,061)  0,395%
 BTP 10 ANNI (GIU 25)                  93,170  (+0,190)  2,286%
 BTP 30 ANNI (SET 44)                 125,836  (+0,014)  3,381%
 ======================== SPREAD (PB)===========================
 
 ---------------------  ---------------  ----------  PRECEDENTE
                                                     
 TREASURY/BUND 10 ANNI                          160         157
 BTP/BUND 2 ANNI                                 64          66
 BTP/BUND 10 ANNI                               147         155
 minimo                                       139,0       149,7
 massimo                                      155,5       169,7
 BTP/BUND 30 ANNI                               176         185
 BTP 10/2 ANNI                                189,1       188,8
 BTP 30/10 ANNI                               109,5       106,7
 ===============================================================
    
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia