Banche, Bankitalia aspetta oggi misure governo su sofferenze

martedì 23 giugno 2015 12:23
 

ROMA, 23 giugno (Reuters) - Bankitalia si aspetta che oggi arrivino le prime misure che permettano alle banche di armonizzare il trattamento fiscale delle svalutazioni con il resto d'Europa e accorciare i tempi di recupero delle garanzie sui crediti non pagati.

Entrambe gli interventi, attesi al consiglio dei ministri di oggi, sono state citati da Carmelo Barbagallo, capo della divisione vigilanza di Via Nazionale, come provvedimenti auspicati per creare un terreno di gioco livellato tra istituti italiani ed esteri.

Un level playng field "richiederebbe che gli ordinamenti nazionali nei quali le banche operano non siano così diversi sul piano delle rispettive normative fiscali, civilistiche, penali", ha detto Barbagallo durante un convegno dell'Abi.

"Oggi, forse, sarà eliminata una delle differenze, quella fiscale", ha proseguito aggiungendo di aspettarsi anche un impulso dal provvedimento che interverrà sull'escussione delle garanzie.

Secondo una fonte bancaria, le due misure aiuteranno l'esecutivo a facilitare il negoziato con Bruxelles sull'istituzione di un veicolo munito di garanzie pubbliche che compri dalle banche i crediti deteriorati.

Mentre banche e Bankitalia premono per il varo del pacchetto, non emerge ancora una chiara volontà politica in seno al governo.

Uno dei fattori che frena l'esecutivo è il timore che il pacchetto sui crediti deteriorati sia percepito come un favore alle banche e come tale sia sfruttato dalle opposizioni. Un timore acuito dal fatto che il Pd ha perso la Liguria e alcune città chiave come Venezia e Arezzo nelle ultime elezioni amministrative.

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia