Usa, ripresa Pil vista solo in trim4 a +1,6% - sondaggio Reuters

mercoledì 8 aprile 2009 14:52
 

NEW YORK, 8 aprile (Reuters) - La peggiore recessione dalla seconda guerra mondiale non permetterà all'economia americana un ritorno alla crescita fino al terzo trimestre del 2009.

Secondo quanto emerge da un sondaggio Reuters, i prezzi delle case continueranno a scendere - perdendo il 17,7% nel 2009 - aggravando le difficoltà del comparto bancario che ha visto nascere la crisi proprio dalle cartolarizzazioni sui mutui.

Sul fronte del Pil, la crescita americana rallenterà fino a metà anno per poi salire solo 0,1% nel terzo trimestre e riprendere il ritmo a +1,6% nel quarto trimestre.

L'inizio del 2010 sarà invece segnato da un aumento record del tasso di disoccupazione, visto in rialzo al 9,8% nel primo trimestre.

"La recessione dovrebbe rallentare nei prossimi mesi, ma è ancora troppo presto per dire se sta per iniziare una ripresa", dice Scott Anderson, economista di Wells Fargo.

La mediana delle previsioni dei 70 economisti interpellati da Reuters tra il 1 e l'8 aprile, vede un calo del Pil dell'1,3% nel 2009 e ha rivisto a 2,5% da 2,6% la crescita prevista nel 2010.

Un segnale preoccupante arriva tuttavia dal consensus sulla produzione industriale, vista in calo quest'anno del 9,8%.