Btp, in una settimana spread su bund si riduce di 31 pb a 78

venerdì 8 maggio 2009 17:49
 

 MILANO, 8 maggio (Reuters) - Il Btp chiude la settimana
archiviando un restringimento record dello spread di rendimento,
ben 31 punti base dai 109 della chiusura della scorsa settimana
ai 78 di oggi, il livello più basso dai 73 punti base del 21
ottobre 2008, secondo le pagine Reuters YLDS5. 
 Parallelamente anche il Cds sulla Repubblica Italiana è
calato anche oggi, scendendo fino a 69 punti base, altri 9 punti
base più stretto di ieri, dai 119 di metà aprile, dai 130 punti
base di un mese fa e dai massimi di circa 198 pb di inizio
marzo.
 Molti i fattori che hanno giocato in questo miglioramento.
In generale il rialzo delle borse e il migliorato clima hanno
spinto gli investitori fuori dal mercato sicuro dei Bund per
portarsi su asset relativamente più rischiosi come i titoli di
stato dei paesi periferici, tra cui l'Italia.
 Più specificatamente per i Btp, il maggiore interesse è
derivato dal fatto che "essi hanno un mercato molto più liquido
di quello di altri periferici" dice Giuseppe Maraffino,
economista di Unicredit Mib, "e inoltre l'Italia è uno dei
pochissimi paesi europei a dover emettere solo poco di più
rispetto allo scorso anno, come ha detto il Tesoro mercoledì".
 Come ha detto a Reuters Maria Cannata, responsabile della
gestione del debito del ministero del Tesoro, le emissioni lorde
di quest'anno ammonteranno a circa 220 mld contro i 210 mld
dello scorso anno. 
 Di contro la Germania ieri ha annunciato di dover emettere
nuovo debito per 80 mld di euro quest'anno. 
 Il pomeriggio ha confermato il trend di tutta la settimana,
con una riduzione delle perdite del bund futures in relazione al
dato sull'occupazione Usa emerso migliore delle attese. "Ma,
ancora una volta, la buona notizia non ha fatto che aiutare il
mercato dei Btp" dice un dealer.
 La prossima settimana sarà quella dedicata alle aste del
tesoro Italiano con l'offerta del Btp a 5 e 30 anni benchmark
oltre a un off-the-run. Le attese sono per un ammontrae
complessivo di 6-7 miliardi (la comunicazione delle quantità
verrà resa nota lunedì sera). 
 "In passato avrei detto che l'arrivo delle aste potrebbe
portare tensioni sullo spread, ma ciò non è accaduto in
occasione delle molto più consistenti aste di fine aprile,
quindi può essere che ancor meno ci saranno stavolta" dice un
dealer. 
 Molto trattato è anche il nuovo decennale Btp settembre
2019, che quota stasera 99,50 per un rendimento del 4,335%. 
 Resta molto più attivo il Mot dell'Mts, "su tutte le
scadenze, ma soprattutto per i decennali" dice un dealer. Oggi
sul Mot sono stati scambiati, sul Btp settembre 2019, 280
milioni, contro i solo 130 moilioni dell'Mts. 
 
 ========================= ORE 17,30===========================
                                PREZZI  VAR.     RENDIMENTO
 FUTURES BUND GIUGNO FGBLc1       120,32  (-0,61)
 BTP 2 ANNI  (MAR 11) IT2YT=TT    103,45  (+0,26)     1,595%
 BTP 10 ANNI (MAR 19) IT10YT=TT * 102,39  (-0,06)     4,243%
 BTP 30 ANNI (AGO 39) IT30YT=TT    98,72  (-0,58)     5,147% 
 ========================= SPREAD (PB) ========================
                                           CHIUSURA IERI
 TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     14                  12 
 BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3     27                  34 
 BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5     80 **               84 
 BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7     92                  97 
 BTP 2/10 ANNI                    *  264,8               247,4 
 BTP 10/30 ANNI                      90,4                89,4 
 ============================================================= 
* Il decennale marzo 2019 non è stato trattato su Mts. La
quotazione  desunta da schermi Reuters.
 
 **In seduta è stato toccato il minimo a 78 pb, livello più
basso dopo 73 pb del 21 ottobre 2008