Banche centrali incapaci da sole contro tensioni-Tumpel-Gugerell

lunedì 8 dicembre 2008 12:43
 

FRANCOFORTE, 8 dicembre (Reuters) - Le banche centrali non possono risolvere da sole le tensioni sui mercati monetari secondo il membro del board della Banca Centrale Europea Gertrude Tumpel-Gugerell.

Anche se le banche centrali stanno fornendo liquidità in eccesso al sistema, giocano un ruolo anche le azioni dei governi a sostegno delle banche.

"Le azioni delle banche centrali... possono arrivare fino ad un certo punto perchè non possono risolvere alcune delle cause sottostanti le tensioni sui mercati monetari, innanzitutto i timori per il rischio di credito della controparte e il persistere dell'incertezza sulle altre fonti di finanziamento delle banche e sulle posizioni patrimoniali", ha detto nel testo in un discroso fatto a Berlino e diffuso dalla Bce.

"Da questo punto di vista le iniziative prese dai governi e dagli azionisti sono pertanto di grande importanza e dovrebbero affrontare questi problemi nel tempo".

Tumpel-Gugerell ha anche detto che la Bce farà la propria parte per assicurare la stabilità dei prezzi e ha sottolineato che la crisi finanziaria ha aumentato l'attrattività dell'euro per i paesi che non fanno parte dell'Eurozona.

"L'attuale crisi ha portato una rivalutazione radicale nella desiderabilità di adottare l'euro da parte della classe politica, dei player dei mercati finanziari e dei cittadini in numerosi paesi al di fuori della zona euro", ha detto.