FMI, mercati ancora fragili, inflazione peggiora situazione

lunedì 28 luglio 2008 17:01
 

WASHINGTON, 28 luglio (Reuters) - I mercati globali sono ancora sotto tensione per la crisi immobiliare americana, mentre l'inflazione è in crescita ovunque e rende più difficile puntare alla stabilità finanziaria. Lo afferma il Fondo monetario internazionale in un aggiornamento del suo report semestrale sulla stabilità finanziaria globale. "I mercati finanziari globali continuano a essere fragili e gli indicatori di rischio restano elevati", si legge.

Al momento non è visibile il punto di svolta del mercato immobiliare statunitense, sebbene il calo dei prezzi potrebbe rendere più accessibili i prezzi delle abitazioni e stabilizzare il mercato, dice lo studio.

I mercati emergenti stanno sopportando bene la turbolenza finanziaria e creditizia, ma alcuni paesi sono attentamente monitorati dagli investitori per vedere come fronteggeranno la crescente inflazione.

"Se non fanno qualcosa subito, dovranno prendere più tardi provvedimenti probabilmente più drastici. Tuttavia pensiamo che i mercati finanziari discrimineranno le nazioni che non prendono misure appropriate", ha detto Jaime Caruana, direttore del dipartimento dei mercati dei capitali e monetari del Fmi.