Monetario, depositi o/n consistenti, ma attenuati da p/t brevi

giovedì 8 ottobre 2009 12:26
 

MILANO, 7 ottobre (Reuters) - Restano elevati oggi i depositi overnight sul sistema bancario della zona euro in conseguenza della nuova liquidità acquisita con il p/t a 12 mesi della scorsa settimana, ma il loro ammontare è attenuato dalle minori richieste delle banche negli ultimi p/t più brevi.

"Il livello di depositi è elevato, è vero, ma lo sarebbe stato decisamente di più se non avessimo visto la decisa riduzione negli altri p/t" comenta un tesoriere.

Se da una parte il p/t a 12 mesi è stato richiesto per circa 75 miliardi, già decisamente meno rispetto ai 442 mld chiesti nel primo finanziamento di questo tipo di fine giugno, dall'altra, con i p/t di questa settimana più brevi, le banche hanno richiesto 35 mld in meno rispetto a quanto era in scadenza.

"Immagino che questo processo continuerà, come del resto era stato in giugno, ma con un processo molto più veloce rispetto ad allora" dice un tesoriere.

Nel breve, le tesorerie si trovano comunque con all'orizzonte la chiusura del period di mantenimento della rob, martedì prossimo, con un eccedenza di numeri che potranno essere dreanti con l'operazione di fine tuning della Bce, sui 100-110 mld, secondo dati disponibili al momento.

I depositi ieri sono ammontati a 171,5 mld da 167,2 mld il giorno precedende, mentre i numeri neri ammontavano a circa 323 mld.

ATTESA INDICAZIONI DA TRICHET, VISTI TASSI FERMI DA BOE, BCE

I riferimenti del mercato restano poco variati rispetto a ieri, nell'attesa del responso di Boe e Bce.

Da Venezia la Banca centrale europea dovrebbe confermare i tassi al minimo storico dell'1%. Atteso il discorso di Trichet nel caso voglia fare qualche accenno ai tempi della ripresa e dell'exit strategy, oltre a qualche commenmtoi sul p/t a 12 mesi e alla forza dell'euro.   Continua...