Finanziaria, Berlusconi: non ci saranno emendamenti

venerdì 8 agosto 2008 15:21
 

ROMA (Reuters) - Non ci sarà spazio per gli emendamenti al ddl Finanziaria che approderà in Parlamento in autunno.

Lo ha detto il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, in una intervista a Radiocity Rai nella quale ha anche negato frizioni interne al governo rispetto alla linea del ministro dell'Economia, Giulio Tremonti.

"Questa Finanziaria porterà in Parlamento soltanto le tabelle dei numeri. Non ci saranno aperture agli emendamenti e la Finanziaria uscirà dal Parlamento come è stata voluta e ragionata dal governo", ha detto Berlusconi.

Alla domanda se fosse vero che la politica dei tagli alle spese e ai ministeri adottata da Tremonti abbia causato polemiche nel governo, Berlusconi ha risposto: "Disdico questa leggenda, sui giornali leggo sempre di più notizie in contrasto con la realtà".

Il premier ha ammesso che l'attuazione della manovra richiederà dei sacrifici, ma ha aggiunto: "Non ci saranno lacrime e sangue, solo lacrime...".

Berlusconi, infine, ha detto di non temere un autunno caldo a causa delle tensioni sociali per le difficoltà economiche del Paese e del caro prezzi: "Sarà un autunno come tutti gli altri. Ho riscontrato, parlando con le categorie e anche con i sindacati più responsabili, che c'è un senso di responsabilità generale". Semmai, ha concluso il premier, con l'autunno "considererei la possibilità di lavorare tutti di più...".

 
<p>Silvio Berlusconi REUTERS/Remo Casilli</p>