Btp poco mossi in attesa dato Usa, spread con Bund tocca 90 pb

venerdì 7 novembre 2008 13:05
 

 MILANO, 7 novembre (Reuters) - Il secondario italiano è poco
mosso in una giornata che appare sostanzialmente protesa al dato
chiave Usa che verrà pubblicato alle 14,30. Gli scambi sono
davvero scarsi e il mercato sembra avere esaurito per il momento
le sue reazioni all'azione delle banche centrali e all'elezione
Usa. 
 Alle 12,40 i titoli di riferimento a 2 e 10 anni su Mts non
registrano alcuno scambio.
 I Btp continuano intanto a recuperare terreno rispetto ai
Bund, con lo spread che oggi ha toccato i 90 punti base.
 "Il mercato è tranquillo con scambi molto scarsi, è una
giornata ancora da interpretare. Si aspettano i 'payrolls' che
restano un dato guida, sebbene ultimammente il mercato non abbia
guardato ai dati con particolare attenzione" dice un trader. 
 Dal dato chiave sull'occupazione al di fuori del settore
agricolo in ottobre ci si attende un calo di 200.000 unità dopo
la discesa di 159.000 registrato in settembre. Ieri sono state
pubblicate le cifre sui disoccupati settimanali, che hanno
mostrato prime richieste del sussidio di disoccupazione per
481.000 unità a fornte di stime per 480.000 e dalle 479.000
richieste in settembre. Mercoledì i dati del settore privato
sull'occupazione Usa hanno mostrato un taglio superiore alle
attese di posti di lavoro in ottobre, 157.000 unità contro
attese di un taglio limitato a 100.000.
 "Le borse sembrano avere esaurito le loro reazioni a Obama e
all'azione delle banche centrali" dice ancora il trader.
 La Banca centrale europea ha deciso ieri una riduzione dei
tassi di 50 pb. Il tasso riferimento per le operazioni di
rifinanziamento principali è così sceso al 3,25% dal 3,75%. Una
riduzione dei tassi era fortemente attesa anche se dopo l'azione
della Boe, il mercato si aspettava qualcosa in più. La Banca
d'Inghilterra aveva infatti poco prima tagliato il tasso di
riferimento di 150 punti base portandolo al 3%, una riduzione
significativamente superiore alle stime per un taglio massimo di
100 pb.
 I Btp proseguono quindi nel recupero rispetto ai titoli
tedeschi intrapreso in settimana sullo scemare della tensione
sui mercati finanziari che aveva indirizzato gli investitori
verso i titoli core. In parallelo si riduce il livello del
credit default swap dell'Italia, che si muove attorno ai 100
punti base dopo il massimo di 130 toccato il 25 ottobre. 
 Lo spread fra i rendimenti dei decennali Btp e Bund si è
ristretto ieri fino a toccare i 90 punti base, dopo aver rotto
al rialzo la soglia dei 100 punti base lo scorso 28 ottobre e
dopo aver registrato il livello record di 132 pb, nuovo massimo
dall'introduzione dell'euro, lo scorso 31 ottobre.     
 Il livello di oggi  rappresenta il minimo dallo scorso 23
ottobre.
 "Lo spread sta proseguendo il cammino verso i livelli
fisiologici giustificati dai fondamentali economici, livelli che
secondo me si collocano fra i 70 e gli 80 punti base" dice un
altro trader.
 
======================= QUOTAZIONI 12,45 =======================
                                  PREZZI    VAR.   RENDIMENTO
FUTURES BUND DICEMBRE    FGBLZ8    117,54   (+0,02)  
BTP 2 ANNI (AGO 10)*    IT2YT=TT   102,19   (+0,08)     3,200%
BTP 10 ANNI (AGO 18)*  IT10YT=TT    99,45   (+0,35)     4,629%
BTP 30 ANNI (FEB 37)   IT30YT=TT    85,66   (+0,41)     5,009%
======================== SPREAD (PB) ===========================
                                        CHIUSURA PRECEDENTE

TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5      1                  7
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3     82                 87
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5     92                 96
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7     76                 70
BTP 2/10 ANNI*                    142,9              138,5 
BTP 10/30 ANNI*                    38,0                37,1
=================================================================    
 * quotazioni tratte dagli schermi Reuters su 2 anni e 10
anni che non hanno registrato alcuno scambio su Mts