Monetario, o/n in area 0,80% dopo p/t, nuovo incremento depositi

martedì 7 aprile 2009 12:29
 

MILANO, 7 aprile (Reuters) - L'ultima seduta del mese di mantenimento mostra sull'interbancario i depositi overnight poco distanti dalla precedente media Eonia, mentre lo squilibrio di fondi - come nel caso odierno normalmente in eccesso - si riflette in un nuovo marcato incremento nell'utilizzo dei depositi marginali.

Aggiornate a questa mattina e relative alla sessione di ieri, le statistiche a cura della Banca centrale europea riferiscono di un ricorso a depositi a un giorno remunerati allo 0,5% pari a circa 91,5 miliardi di euro, massimo delle ultime quattro settimane rispetto a circa 78,5 miliardi venerdì.

Per ovviare all'eccesso di liquidità che spesso si concentra sulle ultimissime sedute Rob, l'istituto centrale di Francoforte ha anticipato che alle 15 di oggi pomeriggio offrirà la consueta operazione di 'fine tuning' a un giorno volta a riassorbire fondi troppo abbondanti.

A tasso variabile, con un massimo fissato a 1,5%, l'asta veloce come ormai da qualche tempo non prevede un importo prefissato.

"Un aggiustamento che il sistema dava per scontato: è questo che impedisce ai tassi di mercato un'eccessiva discesa... che i fondi siano troppo abbondanti è comunque evidente dal record dei depositi che potrebbe però ripetersi anche questa sera con la chiusura della riserva obbligatoria" spiega un tesoriere.

Si è intanto tenuta in tarda mattinata la prima asta settimanale di rifinanziamento al nuovo tasso fisso di 1,25%, introdotto giovedì scorso dal direttorio Bce che ha varato un taglio da un quarto di punto.

Soddisfacendo interamente le richieste presentate da ben 535 istituti di credito, sono stati assegnati al sistema bancario Uem nuovi fondi a sette giorni per 233,234 miliardi.

Contestualmente all'annuncio del risultato la Bce ha reso noto la stima sui fattori autonomi per il periodo dall'8 al 14 aprile, pari a 415,3 miliardi.

Collocati anche sempre a 1,25% altri fondi per poco meno di 132 miliardi di euro a 35 giorni, insieme a circa 19,5 miliardi di dollari a 28 giorni al tasso fisso di 1,20%.   Continua...