Banche centrali tengano conto di bisogni Paese - Shirakawa (BoJ)

martedì 7 ottobre 2008 11:27
 

TOKYO, 7 ottobre (Reuters) - Le banche centrali devono badare in primo luogo agli interessi specifici del proprio Paese, nelle azioni di politica monetaria.

Lo ha detto in conferenza stampa Masaaki Shirakawa, governatore della banca centrale giapponese che - come largamente atteso - ha lasciato invariati i tassi di interesse. "Non abbiamo preclusioni di sorta, le banche centrali considerano sempre tutte le possibilità", ha detto il governatore.

Tuttavia, ha precisato, "ogni banca centrale deve prendere le decisioni di politica monetaria più efficaci per l'economia locale (...) e un coordinamento che non tenga ben in considerazione le esigenze specifiche di ciascun Paese è indesiderabile".

Shirakawa ha aggiunto di non avere "timori per le risorse in valuta delle banche giapponesi", ma ha anche avvertito che la ripresa dell'economia potrebbe avvenire più tardi del previsto, vista l'eccezionale turbolenza che sta scuotendo i mercati di tutto il mondo.

"Il Giappone potrebbe tornare a crescere più tardi di quanto ci eravamo aspettati", ha dichiarato.

La Boj, ha detto ancora, al momento mantiene la sua previsione generale con probabile ritorno ad una crescita moderata e alla stabilità dei prezzi quando le pressioni inflazionistiche mondiali si affievoliranno e le economie oltreoceano usciranno dalla fase negativa.

"Ma c'e' incertezza" su quello che potrebbe accadere, ha concluso.