Rbs e Barclays in grande ribasso in borsa, ma calano anche cds

martedì 7 ottobre 2008 10:50
 

LONDRA, 7 ottobre (Reuters) - Tra i cali dei titoli bancari Gb spiccano i crolli di Royal Bank of Scotland (RBS.L: Quotazione) e Barclays (BARC.L: Quotazione) sulle voci di colloqui con il governo per ricevere fondi. Il portavoce di Barclays ha detto che la banca "non ha categoricamente" richiesto fondi al governo.

Alle 10,45 le azioni di Rbs perdono il 29,78% a 104 pence, Barclays l'11,6% a 276, Lloyds TSB (LLOY.L: Quotazione) il 13,51% a 223,5.

In parallelo, sulle voci di un finanziamento governativo contro la crisi, il costo di assicurare il debito delle banche britanniche Royal Bank of Scotland e Barclays contro il rischio di default cala in modo netto.

Le voci dicono che il governo sta considerando la possibilità di finanziare le banche in cambio di una partecipazione azionaria.

"Sembra che ci sarà una diluizione nel capitale", dice un trader per spiegare il movimento delle azioni. "Un aumento è invece positivo sul fronte del credito e questo spiega la reazione dei cds (credit default swaps)".

I credit default swaps senior a 5 anni su Rbs sono in calo di circa 30 punti base a 270 punti, su Barclays di circa 20 punti a 230 punti, riferisce un trader.

Significa che gli investitori devono pagare 270.000 e 230.000 euro per assicurare 10 milioni di debito contro il rischio di default.