PUNTO 1-Italia prezza Btp 2025 per 5,5 mld a 99,014, cedola 5,0%

martedì 7 luglio 2009 18:59
 

(Aggiunge commenti da Tesoro)

MILANO, 7 luglio (Reuters) - La Repubblica Italiana ha prezzato oggi il suo nuovo Btp a 15 anni per l'ammontare di 5,5 miliardi di euro a 99,014 al reoffer.

Lo dicono i lead manager dell'operazione, Citigroup Global Markets, Hsbc France, Morgan Stanley, Monte dei Paschi di Siena Capital services banca per le imprese, Société Générale Investment Banking.

Il bond, con scadenza primo marzo 2025, offre una cedola del 5,0% e un rendimento, come nelle attese, pari a 20 punti base sopra quello del Btp agosto 2023 cedola 4,75%.

L'indicazione iniziale di rendimento era di 19 e 24 punti base sopra quello del Btp agosto 2023, successivamente rivista a 20-23 punti base, prima dell'ultima revisione stamane.

"Hanno partecipato all'operazione quasi 150 investitori per una domanda complessiva pari a circa 8 miliardi di euro" dice il Tesoro stasera in una nota. "Le banche si sono aggiudicate circa il 40% dell'emissione complessiva, le assicurazioni e i fondi pensione ne hanno sottoscritto circa il 23%. I fondi d'investimento hanno sottoscritto circa il 20%, mentre le banche centrali si sono aggiudicate oltre il 6%. La quota allocata agli hedge funds è stata di poco superiore al 9%."

Circa la composizione geografica degli investitori, oltre agli italiani, pari a circa il 26% - aggiunge la nota del Tesoro - il collocamento del titolo ha visto una larga adesione di investitori non residenti, sia europei che extraeuropei, con una distribuzione geografica molto diversificata. Degne di nota sono state le quote sottoscritte da investitori residenti in Francia (oltre il 25%) e Gran Bretagna e Irlanda (23%), mentre anche da altri paesi europei si è registrata una buona partecipazione, con il 9,5% di Germania e Austria, il 6,5% della Scandinavia e oltre il 4% del Benelux. Non è mancata anche la presenza di investitori residenti in Asia e negli Usa, conclude la nota.

Il regolamento cade sul 15 luglio prossimo.

L'Italia ha rating 'Aa2' per Moody's Investors Service, 'A+' per Standard & Poor's e 'AA-' per Fitch.