Crisi, Fmi aumenta stime perdite a 1.400 miliardi dollari

martedì 7 ottobre 2008 15:21
 

WASHINGTON, 7 ottobre (Reuters) - Il Fondo monetario internazionale ha aumentato oggi le sue stime sulle perdite globali causate dalla crisi finanziaria a 1.400 miliardi di dollari e ha avvertito che la crisi economica mondiale si va infittendo.

"Le perdite dichiarate sui prestiti e cartolarizzazioni Usa cresceranno intorno a 1.400 miliardi di dollari", scrive il Fondo aumentando la stima dai precedenti 945 miliardi stimati in aprile e leggermente superiore a quella di 1.300 miliardi del mese scorso.

"Nonostante la performance dell'economia migliore delle attese a inizio anno, l'aumentare della crisi finanziaria ha portato il Fondo a rivedere al ribasso le proprie stime di crescita per l'economia mondiale nel 2008 e nel 2009", prosegue l'Fmi.

Le principali banche mondiali avranno bisogno di circa 675 miliardi di dollari di capitali nei prossimi anni, agigunge il Fondo.