Sanità, Corte Conti a governo: Lazio ha diritto ai 5 miliardi

giovedì 7 agosto 2008 13:58
 

ROMA (Reuters) - La Corte dei conti sollecita il governo a erogare alla Regione Lazio i 5 miliardi di fondi dovuti nell'ambito del piano di risanamento del deficit sanitario.

"Non appare più procrastinabile l'erogazione, da parte dello Stato, delle risorse finanziarie di spettanza della Regione, pari a circa 5 miliardi di euro, di cui 3 miliardi circa per compartecipazione al gettito tributario e poco più di 2 a titolo di contributo straordinario per il debito pregresso nella gestione sanitaria", si legge in una nota dei magistrati contabili.

La nota sottolinea come, "anche per l'impegno posto dalla giunta regionale nel contingentare i tempi di approvazione della legge di bilancio, sia stato possibile, a decorrere dall'esercizio 2007, evitare il ricorso all'esercizio provvisorio".

Il governatore Piero Marrazzo chiede da tempo al governo lo sblocco dei fondi. L'esecutivo non intende però procedere prima che la giunta abbia varato le misure necessarie a portare avanti il percorso di risanamento.

Ieri il ministro del Welfare Maurizio Sacconi ha detto che alla Regione Lazio non saranno fatti sconti, alludendo al possibile commissariamento di Marrazzo.