7 maggio 2009 / 15:44 / 8 anni fa

Usa, Obama annuncia taglio bilancio 2010 per 17 miliardi dollari

* Illustrati dettagli bilancio 2010 stilato a febbraio

* Risparmi pari a 0,5% totali 3.550 miliardi dollari

* Per repubblicani tagli insufficienti

WASHINGTON, 7 maggio (Reuters) - Il presidente Usa Barack Obama propone oggi tagli pari a 17 miliardi di dollari al bilancio federale 2010, mirati ad alleviare la crescita esponenziale del deficit e sostenere l‘agenda interna ricca di impegni.

Illustrando la versione dettagliata della legge finanziaria tracciata a febbraio il presidente mostra la lista dei risparmi che dovrebbero provenire da programmi che vanno da settori come difesa e educazione o la sistemazione delle miniere abbandonate.

“Non ci possiamo più permettere di spendere come se il deficit non ci riguardasse o gli sprechi non fossero un problema” dice

“Non ci possiamo più permettere di lasciare le scelte difficili alla prossima manovra, alla prossima amministrazione o alla prossima generazione”.

Le proposte di tagli ai 121 programmi classificati dalla Casa Bianca come dispendiosi o non necessari - di cui circa la metà sono spese destinate alla difesa - rappresentano però soltanto mezzo punto percentuale se paragonati al totale di 3.550 miliardi della finanziaria per l‘anno fiscale che si apre in ottobre.

La proposta di legge dell‘amministrazione mira a ridisegnare il sistema sanitario per garantire la copertura ai cittadini non assicurati e potenziare il sistema educativo. Obiettivo di Obama anche quello di contrastare le mutazioni climatiche limitando le emissioni di gas serra come anidride carbonica.

Si tratta di un piano cosiderato ambizioso sia dai critici sia daii sostenitori del presidente; alcune proposte come le iniziative ambientali incontrano inoltre forti resistenze in seno al Congresso.

Tenendo conto delle spese per i duplici fronti iracheno e afgano oltre che dei salvataggi destinati alle industrie bancaria e automobilistica, la Casa Bianca prevede che il deficit raggiunga 1.750 miliardi nell‘anno fiscale in corso.

Per il 2010 la stima è di una discesa al livello ancora assai elevato di 1.170 miliardi.

Qualche mese fa il presidente ha ottenuto dal Congresso a maggioranza democratica il via libera a un pacchetto di stimolo fiscale del valore di 787 miliardi da destinare a progetti di opere pubbliche e tagli alle imposte per far fronte alla recessione economica.

A parere dei repubblicani la finanziaria di Obama va nella direzione di un appesantimento dei costi dello Stato e accollerà un elevato passivo alla prima economia mondiale.

In carica da novembre scorso, il presidente ha sottolineato di aver ereditato dal predecessore George W. Bush, repubblicano, un deficit superiore a 1.000 miliardi, insieme alla grave recessione che ha reso necessario il pacchetto di stimolo fiscale e i salvataggi industriali.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below