PUNTO 1-Titoli Stato Italia, a marzo acquisti QE Bce per 7,6 mld euro

martedì 7 aprile 2015 17:12
 

(Aggiunge dettagli e contesto)
    MILANO, 7 aprile (Reuters) - A marzo l'Eurosistema ha acquistato 7,604
miliardi di titoli di Stato italiani nell'ambito del programma di 'quantitative
easing' allargato al settore pubblico.
    E' quanto emerge dal primo rapporto mensile del piano, comprensivo dello
spaccato Paese per Paese, diffuso dall'istituto centrale, da cui risulta inoltre
che la vita media residua dei titoli italiani in portafoglio al 31 marzo è pari
a 9,07 anni.
    Avviato lo scorso 9 marzo e finalizzato a riportare l'inflazione verso il
target di medio-lungo termine di poco inferiore a 2%, il programma ha una durata
minima di 18 mesi. In questo lasso di tempo, la Banca centrale europea e Banca
d'Italia acquisteranno complessivamente, secondo quanto comunicato da Via
Nazionale il primo giorno del QE allargato al settore pubblico, circa 150
miliardi di titoli di Stato italiani. 
    
    ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
    Per una tabella sullo spaccato degli acquisti Paese per Paese clic su 
    here#portfolios   
    ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
    
    Guardando alla zona euro nel complesso, la Bce e le singoli banche centrali
hanno sottoscritto il mese scorso titoli del settore pubblico - compresi quelli
dei cosiddetti 'enti sovranazionali' - per 47,356 miliardi, con una vita media
residua di 8,56 anni.
    Considerando gli acquisti operati sul segmento covered bond e Abs, la Banca
centrale europea ha raggiunto il target mensile di 60 miliardi.    
    Tornando ai dati relativi ai singoli Paesi, nel primo mese di operatività,
sono stati sottoscritti titoli tedeschi per 11,063 miliardi, con durata media
residua di 8,12 anni. Pari a 8,753 miliardi gli acquisti di carta francese, con
una durata media residua di 8,22 anni. 
    Superiore a 11 anni invece la vita media residua del portafoglio dei titoli
spagnoli, che al 31 marzo si attestava a 5,444 miliardi.
    Per quanto la ripartizione degli acquisti tra i singoli emittenti nazionali
sia stabilita sulla base delle quote nel capitale Bce, su base mensile possono
registrarsi marginali scostamenti. In linea teorica ogni mese, gli acquisti di
titoli di Stato italiani dovrebbero aggirarsi intorno agli 8 miliardi.
    
    
 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia