Poste, Padoan vede Caio e conferma sbarco in borsa nel 2015

mercoledì 1 aprile 2015 17:53
 

ROMA, 1 aprile (Reuters) - Poste italiane sarà quotata in borsa entro l'anno. La conferma arriva dal ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, che oggi ha incontrato l'Ad del gruppo Francesco Caio.

L'incontro "segna di fatto l'avvio del processo che porterà all'Ipo del gruppo", spiega un comunicato del Tesoro.

"Padoan ha ribadito l'importanza della privatizzazione di Poste italiane attraverso il suo approdo in borsa entro l'anno".

All'incontro hanno partecipato anche gli adviser finanziari e legali e i global coordinator dell'operazione: Intesa Sanpaolo, Merrill Lynch, Mediobanca, Citi, Unicredit.

"L'operazione costituisce una riforma strutturale che coinvolge i servizi postali e che vede la progressiva trasformazione di Poste in una piattaforma chiave per lo sviluppo del Paese in termini di logistica, sistemi di pagamento e servizi assicurativi", continua il comunicato.

Il ministro ha inoltre manifestato l'intenzione di seguire costantemente l'evoluzione del processo organizzando incontri periodici.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia