Btp ben intonati, spread su Bund rientra sotto 110 pb

martedì 31 marzo 2015 12:13
 

MILANO, 31 marzo (Reuters) - Secondario italiano ben
intonato, soprattutto in considerazione della coincidenza con le
aste di fine mese che hanno finora comportato - riaperture
incluse, tranne quella di oggi pomeriggio da complessivi 1,525
miliardi - l'emissione di poco meno di 17 miliardi in una sola
settimana.
    In apparenza per nulla appesantito dall'offerta - che segue
gli otto miliardi del nuovo Btp a 15 anni di metà marzo, mentre
da metà aprile si aprono le sottoscrizioni del Btp Italia - il
mercato, complice anche lo scudo degli acquisti Bce per cui si è
aperta ieri la quarta settimana, ha dato prova di un'ottima
tenuta.
    "Il segnale particolarmente positivo è che subito dopo
l'asta di ieri - 7,5 miliard a medio-lungo - si è vista una
reazione tecnica molto buona, con il futures giugno sul
decennale che ha tenuto la soglia di 139 trasformandola in una
base da cui ripartire fino a rompere la resistenza di 140,20"
commenta un trader.
    Sullo sfondo, in sintonia a quanto visto nelle ultime
settimane a livello di intera zona euro, un panorama macro
confortante ma non troppo su cui spiccano alcune significative
contraddizioni.
    Se infatti le indagini congiunturali Pmi e quelle relative
al morale di consumatori e imprese mostrano un innegabile
progresso, più a rilento delle attese e degli auspici - in primo
luogo Bce - procede la ripresa dell'inflazione.
    Un discorso ancora a parte meritano i dati sull'occupazione,
come fotografa stamane la dicotomia tra l'ottima statistica
tedesca di marzo e quella, ben più deludente, italiana di
febbraio. 
    Mario Draghi stesso non manca peraltro mai di prefigurare
quanto lenta e graduale sarà la ripresa dei prezzi al consumo, a
dispetto della nuova terapia d'urto del 'quantitative easing'
Bce.
    Chiuso questa sera il primo trimestre, avverte l'addetto ai
lavori, aprile, a guardare il consistente ammontare dei
rimborsi, dovrebbe essere un momento relativamente felice per la
carta italiana. 
    Il premio di rendimento di rendimento tra Btp e Bund sul
tratto decennale si porta intanto a 107 centesimi, una manciata
di tick al di sotto di ieri sera, mentre il segno più coinvolge
l'intera curva ma più in particolare il segmento extra-lungo.

 ========================= 12,05 =============================
 FUTURES BUND GIUGNO                  158,45   (-0,03)   
 FUTURES BTP GIUGNO                   140,25   (+0,37)   
 BTP 2 ANNI (MAG 17)                  101,952  (+0,032)  0,226%
 BTP 10 ANNI (DIC 24)                 111,076  (+0,355)  1,281%
 BTP 30 ANNI (SET 44)                 157,952  (+1,342)  2,109%
 ======================== SPREAD (PB)===========================
 
 ---------------------  ---------------  ----------  PRECEDENTE
                                                     
 TREASURY/BUND 10 ANNI                          175         175
 BTP/BUND 2 ANNI                                 48          49
 BTP/BUND 10 ANNI                               107         111
 minimo                                       106,0       110,4
 massimo                                      109,9       116,9
 BTP/BUND 30 ANNI                               152         155
 BTP 10/2 ANNI                                105,5       107,4
 BTP 30/10 ANNI                                82,8        83,5
 ===============================================================
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia