Corruzione, Padoan presenta la direttiva per le società del Tesoro

martedì 24 marzo 2015 16:59
 

ROMA, 24 marzo (Reuters) - Rotazione dei dirigenti, tutela del dipendente che segnala un illecito e divieto di conferire un incarico a chi è stato condannato per reati contro la pubblica amministrazione.

Vede oggi la luce la direttiva sulla prevenzione della corruzione nelle società controllate e partecipate dal ministero dell'Economia.

"La lotta alla corruzione e la trasparenza hanno un rilievo assoluto, in tutte articolazione pubbliche", dice il ministro Pier Carlo Padoan durante una conferenza stampa a Via XX Settembre.

Al termine di una consultazione pubblica le nuove regole si applicheranno a società non quotate come l'Expo e la Sogei, ma l'obiettivo è estenderle in tempi ragionevoli anche alle quotate. "Nei giorni scorsi ci sono stati i primi tavoli di approfondimento con la Consob", dice Padoan.

Si mostra soddisfatto il presidente dell'Autorità nazionale contro la corruzione, Raffaele Cantone: "Nessuno pensa che queste regole abbiano una funzione salvifica, ma possono introdurre anticorpi sani".

Molta importanza è attribuita al 'whistleblower', l'informatore. "Le società devono promuovono tutele idonee ad incoraggiare il dipendente a denunciare gli illeciti di cui viene a conoscenza", stabilisce la direttiva.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia