Loyalty shares, nessuna proroga a quorum agevolato - Tesoro

giovedì 5 febbraio 2015 19:04
 

ROMA, 5 febbraio (Reuters) - Non ci sarà alcuna proroga al termine, scaduto a fine gennaio 2015, entro il quale le società quotate avrebbero potuto modificare i propri statuti introducendo le cosiddette "loyalty shares", azioni con diritto di voto multiplo, senza una maggioranza qualificata di due terzi.

Lo rende noto il ministero del Tesoro dando notizia di una lettera inviata dal ministro Pier Carlo Padoan in risposta agli investitori istituzionali, accademici e consiglieri indipendenti scesi in campo nei giorni scorsi contro la possibilità che il quorum agevolato fosse mantenuto per tutto il 2015.

"I sottoscrittori della missiva si dicono contrari all'eventualità di una proroga del termine, scaduto il 31 gennaio 2015, per poter approvare le relative modifiche statutarie con la maggioranza semplice anziché dei due terzi, come avviene per l'adozione delle delibere nelle assemblee straordinarie", dice il Tesoro.

"Il ministro Padoan ha ritenuto opportuno rispondere tempestivamente con una sua lettera in cui sottolinea che il governo non è intenzionato a introdurre proroghe", conclude la nota.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia