January 12, 2015 / 12:27 PM / 3 years ago

Abs, pronta garanzia pubblica per sfruttare acquisti Bce - fonti

4 IN. DI LETTURA

* La garanzia è dentro un decreto atteso a fine gennaio

* Il governo ha inviato il progetto alla Bce

* Anche la Cdp e la Bei potranno comprare le tranche di Abs

ROMA/MILANO, 12 gennaio (Reuters) - Il governo è pronto a riconoscere una garanzia pubblica sulle emissioni di titoli Abs da cedere alla Banca centrale europea.

Lo riferiscono fonti governative e vicine al dossier specificando che "l'intenzione è inserire la norma nell'Investment compact", il decreto legge a sostegno di piccole e medie imprese (Pmi) annunciato per fine gennaio dal ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan.

Il progetto è da mesi allo studio dell'esecutivo e nasce su iniziativa di Astrid, l'associazione promossa dal presidente della Cassa depositi e prestiti (Cdp) Franco Bassanini.

L'obiettivo è adottare tutte le iniziative utili per rafforzare l'impatto in Italia degli acquisti di Abs annunciati dalla Bce all'interno del Quantitative easing.

Vendere alla Bce cartolarizzazioni costruite impacchettando crediti permette alle banche di liberare capitale e aumentare il credito a famiglie e imprese.

Non è chiaro se il progetto riguardi solo i crediti 'in bonis' o anche le sofferenze, che a novembre hanno raggiunto i 181 miliardi a novembre, +18,4% su base annua.

Il programma della Bce prevede l'acquisto di Abs ma limitatamente alle tranche senior e, se assistite da adeguate garanzie, mezzanine.

"L'emissione di Abs in Italia potrebbe arrivare fino a 50 miliardi di euro (in cui metà o anche i due terzi di questo importo può essere destinata a nuovi prestiti) nell'ambito di un programma di acquisto di Abs della Bce di 500 miliardi nei prossimi due anni", si legge in uno studio di Astrid che risale al 12 novembre 2014.

Nell'Investment compact il governo vuole allargare l'operatività del Fondo centrale di garanzia alle cartolarizzazioni dei crediti verso famiglie e imprese.

"Sarà un decreto attuativo a stabilire quali tranche e quali crediti possano beneficiare della garanzia pubblica", spiega una delle fonti. "L'Investment compact sarà esaminato in Consiglio dei ministri a fine gennaio, sempre che l'elezione del nuovo presidente della Repubblica non faccia allungare i tempi".

Un'altra fonte aggiunge che la proposta di garanzia pubblica "è stata inviata alla Bce. Le banche internazionali hanno mostrato molto interesse".

Alla Bce si affiancherà negli acquisti di Abs la Cdp e, probabilmente, la Banca europea degli investimenti.

Una questione spinosa è l'impatto sul conto economico per le banche, laddove l'operazione fosse estesa a crediti deteriorati.

"La questione è il prezzo della 'derecognition', cioè la maggiore perdita sul credito ceduto che andrà imputata a bilancio, in quanto chi compra l'Abs valuterebbe certamente il credito in sofferenza a un valore scontato anche rispetto a quello già svalutato in bilancio, anche se avesse una garanzia pubblica", spiega una terza fonte.

Nel momento in cui questo credito esce dal bilancio a un valore più basso di quello a cui è iscritto, la perdita non si ammortizza in più anni ma va tutta sul conto economico, aggiunge.

Ha collaborato da Milano Paola Arosio

(Luca Trogni, Giuseppe Fonte e Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below