Btp misti in seduta volatile, focus su dibattito 'QE' e dati Usa

venerdì 9 gennaio 2015 12:21
 

MILANO, 9 gennaio - Secondario italiano misto in una seduta
ancora all'insegna della volatilità come in buona parte dei
mercati periferici, mentre gli investitori restano concentrati
sul dibattito interno alla Bce sul programma di acquisto titoli
e sui dati Usa in agenda questo pomeriggio.
    Attorno alle 12,15 il differenziale di rendimento tra Btp e
Bund sul tratto a 10 anni scambia a 136 punti base dai 135
dell'avvio di seduta e in parallelo il tasso del decennale con
scadenza dicembre 2024 rende l'1,86% dall'1,85% dei primi
scambi.
    A dettare la linea resta il dibattito sul 'quantitative
easing' della Bce che negli ultimi giorni si è concentrato più
sull'ammontare e sulle modalità con cui potrebbe essere
realizzato, che sulle tempistiche, con buona parte degli
operatori pronti a scommettere che una decisione possa essere
presa già al meeting del 22 gennaio.
    Varie le formule sul tavolo della Bce, tra le quali
occorrerà trovare una mediazione forse già entro fine mese. Si
va dall'acquisto in modo proporzionale di governativi di tutti i
singoli stati, agli acquisti effettuati dalle singole banche
centrali sui titoli dei rispettivi paesi, a quelli limitati ai
governativi 'AAA'.
    Ieri le parole pronunciate dal presidente dell'Eurotower,
Mario Draghi, sul consiglio direttivo di Francoforte pronto a
ricorrere a misure non convenzionali se necessario, compreso
anche l'acquisto di titoli di Stato, hanno contribuito al rialzo
dei governativi periferici, compresi quelli italiani. In
parallelo, sempre ieri, lo spread ha stretto di oltre 10 punti
base a 133.
    "C'è un tentativo di rialzo dei tassi, anche se molto
contenuto, legato ai continui colloqui su 'QE' da parte della
Bce. Credo che di qui al 22 gennaio i tassi torneranno a
scendere e lo spread tra Btp e Bund, se il 'mood' del mercato
dovesse migliorare, possa scendere fino ai 120 punti base",
sintetizza Vincenzo Longo, strategist di Ig.
    Sul fronte macro, importanti sempre in chiave Bce, oggi sono
arrivati dati poco confortanti da Germania e Francia le cui
produzioni industriali hanno deluso le attese attestandosi
rispettivamente a novembre a -0,1% e a -0,3%
  
    In chiave Fed sono attesi nel pomeriggio i dati sul mercato
del lavoro statunitense relativi a dicembre: le attese sono per
240.000 nuovi posti non agricoli, rispetto ai 321.000 del mese
precedente (il dato migliore da circa tre anni), e per un tasso
di disoccupazione in ulteriore calo al 5,7%, dal minimo da 6
anni del 5,8% di novembre. 
    

 ========================== 12,15 =============================
 FUTURES BUND MARZO                   156,40   (+0,07)   
 FUTURES BTP MARZO                    135,50   (-0,20)   
 BTP 2 ANNI (AGO 16)                  101,941  (+0,009)  0,484%
 BTP 10 ANNI (DIC 24)                 105,819  (-0,155)  1,861%
 BTP 30 ANNI (SET 44)                 129,416  (-0,460)  3,230%
 ======================== SPREAD (PB)=========================
    
 ---------------------  ---------------  ----------  PRECEDENTE
                                                     
 TREASURY/BUND 10 ANNI                          150         151
 BTP/BUND 2 ANNI                                 60          60
 BTP/BUND 10 ANNI                               136         133
 minimo                                       134,0       132,0
 massimo                                      138,0       143,9
 BTP/BUND 30 ANNI                               198         195
 BTP 10/2 ANNI                                137,7       135,6
 BTP 30/10 ANNI                               136,9       136,2
 ==============================================================

 
 -  Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia