Legge Stabilità, governo riconosce a Poste 535 milioni

venerdì 12 dicembre 2014 10:33
 

ROMA, 12 dicembre (Reuters) - Il governo presenta un pacchetto di misure che dovrebbe rendere più semplice collocare in Borsa nel 2015 il 40% di Poste italiane, stimolando l'interesse degli investitori.

Un emendamento alla legge di Stabilità autorizza la spesa di 535 milioni a favore del gruppo guidato da Francesco Caio in attuazione di una sentenza europea.

Un secondo emendamento consente "una graduale riduzione degli oneri di fornitura del servizio postale" e ne garantisce "la sostenibilità finanziaria nel tempo", si legge nella relazione tecnica.

Sempre nell'ambito delle operazioni di dismissione, un terzo emendamento prevede l'inserimento nella rete di Terna della rete elettrica di proprietà del gruppo Ferrovie dello Stato.

La misura diverrà efficace una volta che Terna avrà concluso l'operazione, prevede il testo.

Ferrovie potrà utilizzare le risorse derivanti dalla cessione, "limitatamente al valore dei contributi pubblici,", per finanziare gli investimenti sulla rete ferroviaria.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia