PUNTO 1-Grecia, Samaras evoca ritorno crisi, borsa e bond a picco

giovedì 11 dicembre 2014 15:36
 

(Agggiorna con dettagli e quotazioni)

ATENE, 11 dicembre (Reuters) - La Grecia rischia un nuovo "catastrofico" ritorno alla crisi che l'ha quasi spinta fuori dall'euro due anni fa se il Parlamento non riuscirà ad eleggere entro questo mese il presidente della Repubblica.

E'l'avvertimento lanciato ai parlamentari dal premier ellenico Antonis Samaras, aggiungendo in caso di mancata elezione del capo dello Stato si andrebbe ad elezioni a gennaio.

"Noi tutti saremo giudicati nei prossimi giorni", ha detto Samaras in un discorso ai deputati del proprio partito, Nuova Democrazia.

"Tutti i parlamentari devono decidere ora se eleggere il presidente della Repubblica o andare ad elezioni anticipate che la gente non vuole, di cui i mercati sono preoccupati e che potrebbero avere conseguenze catastrofiche per il Paese", ha avvertito.

Se si andasse al voto, la vittoria andrebbe quasi certamente a Syriza, partito di sinistra ostile alle politiche di austerity connesse al piano di assistenza finanziaria internazionale, in testa a tutti i sondaggi.

Il rischio di instabilità politica e di una nuova crisi finanziaria tiene sotto pressione l'azionario e l'obbligazionario greco da giorni.

La curva dei rendimenti si è invertita: i titoli di Stato in scadenza a breve offrono ritorni più elevati rispetto a quelle a medio-lungo, a testimoniare come il mercato abbia il timore che Atene si muova verso un default.

I rendimenti a tre anni sono saliti di 90 punti base al 10,43%, mentre quelli a dieci anni segnano un rialzo di 52 punti base a 9,12%. A picco la borsa di Atene, con l'indice principale che scivola del 7,60%.   Continua...