Regioni, buy back titoli fino a 8 mld, risultato a metà dicembre - Tesoro

venerdì 28 novembre 2014 13:47
 

ROMA, 28 novembre (Reuters) - Il riacquisto di titoli di debito delle Regioni vale potenzialmente più di 8 miliardi e si chiuderà a metà dicembre.

Lo rende noto il ministero dell'Economia, ribadendo che dall'operazione "deriverà una riduzione della spesa complessiva per interessi".

Il decreto Irpef dello scorso aprile consente alle Regioni di ristrutturare il loro debito. Il ministero anticipa ai governatori la liquidità necessaria a ricomprare le obbligazioni. In questo modo, un debito delle Regioni verso il mercato è sostituito con un debito verso il Tesoro di durata anche a 30 anni.

"L'importo nominale dei titoli oggetto del potenziale di riacquisto è pari a circa 8,2 miliardi di euro (circa la metà dei Bor in circolazione)", si legge in un comunicato.

L'esito dell'operazione, spiega il ministero in aggiunta a quanto si legge nella nota, si conoscerà "entro il 15 dicembre".

Al termine del buy back le Regioni avranno una minore esposizione in derivati.

Infatti, "qualora ai titoli oggetto di riacquisto siano associati dei derivati (swap), le Regioni dovranno obbligatoriamente procedere alla loro contestuale chiusura", spiega il Tesoro.

Le obbligazioni hanno un profilo di rimborso 'bullet', ossia in un'unica soluzione alla scadenza.

Le Regioni coinvolte sono otto: Abruzzo, Campania, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia