PUNTO 1-Ecofin si appresta a rivedere criteri calcolo output gap - Padoan

giovedì 27 novembre 2014 18:51
 

(Aggiunge contesto in coda)

ROMA, 27 novembre (Reuters) - L'Ecofin si appresta a rivedere i criteri di calcolo dell'output gap "prima a livello tecnico e poi a livello politico", ha annunciato oggi il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan.

"In sede politica, vale a dire nelle discussioni Ecofin a cui ho partecipato, anzi che ho presieduto in quanto presidente di turno, sta crescendo la consapevolezza in molti ministri che attualmente le misure di output gap decise e usate dalla Commissione siano decisamente fuori linea", ha detto Padoan in Senato.

"Quindi ci si appresta in sede europea a rivedere prima a livello tecnico e poi a livello politico queste misure che, ripeto, sono decise congiuntamente".

Dal calcolo dell'output gap, la differenza tra Pil potenziale ed effettivo, dipende la dimensione della manovra correttiva che l'Italia deve adottare per azzerare l'indebitamento strutturale, calcolato al netto del ciclo e delle una tantum.

Il governo ritiene che Eurostat e Commissione europea sottostimino la crescita potenziale del reddito italiano, aumentando la dimensione delle manovre necessarie a raggiungere gli obiettivi di bilancio.

"Dopo tre anni di recessione prolungata, le misure prese con un metodo statistico del passato vanno riviste", ha aggiunto il ministro.

In una recente intervista al Financial Times Padoan ha osservato che per l'Ocse l'output gap dell'Italia sarebbe del 5,1% nel 2014 e che, se si applicasse questa stima, il Paese sarebbe "in attivo strutturale ora e per lungo tempo".

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia