20 novembre 2014 / 17:48 / 3 anni fa

PUNTO 1-Enel debole in attesa vendita fino a 6% quota Tesoro

* Con Opv Endesa si conclude periodo di blackout

* Possibile collocare quota fino a 6% di Enel prima di Natale

* Tesoro non ha deciso, guarda quotazione titolo (Aggiorna dati, aggiunge fonti, contesto)

di Giuseppe Fonte

MILANO/ROMA, 20 novembre (Reuters) - Il titolo Enel chiude in calo di oltre 2% in Borsa, nonostante il successo del collocamento della controllata Endesa, appesantito dalla prospettiva di un alleggerimento della quota del Tesoro nel capitale dell‘ex monopolista.

Il ministero dell‘Economia aveva avviato le procedure per ridurre la propria quota in Enel a settembre. Archiviati i conti trimestrali e la vendita di una quota in Endesa, il Tesoro potrebbe passare all‘azione e vendere sul mercato fino al 6% della società di cui oggi detiene il 31,24%.

Non c‘è, però, ancora una decisione da parte dell‘azionista pubblico, hanno detto tre fonti a conoscenza del processo di privatizzazione.

“Sul titolo Enel c‘è una certa debolezza da un po’ di tempo, ma sicuramente la questione del collocamento di una quota del Tesoro - cosa che sicuramente prima o poi si farà - genera incertezza e la indebolisce ulteriormente”, commentava oggi un analista di mercato.

Enel ha chiuso in calo di 2,11% a 3,6140 euro rispetto a una flessione di 0,9% dell‘indice FTSE Mib. L‘indice settoriale per le utility ha ceduto l‘1,2%.

La finestra di mercato utile per effettuare un collocamento a investitori istituzionali entro fine anno si richiuderà intorno a metà dicembre, dicono gli operatori.

“E’ finito il periodo in cui non si poteva fare niente in attesa dei risultati e dell‘operazione Endesa”, ha detto una fonte vicina alla situazione.

“Adesso c‘è la possibilità di collocare una quota... il Tesoro può vendere fino al 6% prima di Natale,” aggiunge.

Molto dipenderà dall‘andamento dei mercati nelle prossime settimane visto che il titolo ha lasciato sul campo oltre il 9% dall‘11 novembre, giorno in cui ha annunciato i risultati del terzo trimestre e ha rivisto al rialzo a 40 miliardi di euro il target sul debito a fine 2014.

Ai prezzi di oggi il 6% di Enel vale circa 2,08 miliardi.

“Nessuna decisione (sulla cessione di Enel) è stata presa”, ha detto una fonte governativa.

La recente flessione del titolo potrebbe essere uno dei fattori che frena l‘alleggerimento dello Stato.

OPERAZIONE DI MERCATO VELOCE

Il Tesoro potrebbe, però, anche voler attendere la posizione che la Commissione europea prenderà la settimana prossima nei confronti della legge di stabilità italiana e dei nuovi target su deficit e debito.

In ogni caso la vendita di una quota fino al 6% di Enel, che consentirebbe allo Stato di non scendere sotto la soglia del 25%, è un‘operazione che può essere realizzata in breve tempo.

“Il collocamento non richiede una lunga istruttoria,” dicono le fonti.

Il ministro dell‘Economia Pier Carlo Padoan nel Documento di economia e finanza di ottobre ha abbassato a circa 4,5 miliardi da 11 gli introiti da dismissioni attesi entro fine anno per ridurre il secondo debito della zona euro.

Lo stesso documento sottolinea come siano state già avviate le procedure per la dismissione di quote di Fs e di Enel.

“Fermo restando che le operazioni di dismissione sono quelle, se si scavalla il 2014 e si va a gennaio non cambia nulla”, dice una terza fonte. “Si potrebbe fare poco nel 2014 e recuperare nel 2015”.

Una fonte governativa aveva riferito a Reuters a fine agosto che il governo intendeva cedere il 5% circa di Enel entro i primi di dicembre.

L‘offerta di azioni Endesa destinate al retail ha raccolto richieste pari a 1,7 volte. Dopo la chiusura dell‘offerta rivolta agli investitori istituzionali, prevista oggi, verranno resi noti il prezzo finale e l‘ammontare dell‘offerta globale.

Tra gli elementi che dovrebbero sostenere il titolo Enel, secondo le note dei broker, anche le offerte giunte tra ieri e oggi per la controllata slovacca.

(hanno collaborato Francesca Landini, Elvira Pollina e Claudia Cristoferi da Milano)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below