Enel debole in borsa, ipotesi vendita 5% Tesoro mette in ombra Opv Endesa

giovedì 20 novembre 2014 11:35
 

MILANO, 20 novembre (Reuters) - Enel scende più della media del mercato, nonostante il successo che sembra aver ottenuto la vendita di azioni della controllata Endesa ; sul titolo pesa, secondo gli analisti, la prospettiva di collocamento di una quota del gruppo italiano da parte del Tesoro.

Tra gli elementi che dovrebbero sostenere il titolo, secondo le note dei broker, anche le offerte giunte tra ieri e oggi per la controllata slovacca.

Intorno alle 11 Enel cede il 2,3% a 3,6 euro, anche se con volumi modesti, in un mercato che perde l'1% circa.

"L'Opv di Endesa è andata molto bene. Su Enel c'è una certa debolezza da un po' di tempo, ma sicuramente la questione del collocamento di una quota del Tesoro - cosa che sicuramente prima o poi si farà - genera incertezza e la indebolisce ulteriormente, anche se proprio il successo dell'offerta di azioni Endesa è in questo senso rassicurante", commenta un analista.

L'offerta di azioni Endesa destinate al retail ha raccolto richieste pari a 1,7 volte. Dopo la chiusura dell' offerta rivolta agli investitori istituzionali, prevista oggi, verranno resi noti il prezzo finale e l'ammontare dell'offerta globale.

Oggi alcuni giornali tornano a parlare della possibile cessione di una quota intorno al 5-6% di Enel da parte del governo e indicano come prima finestra possibile l'inizio di dicembre.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia